Aiuto! Ho perso la motivazione

Durante un percorso marziale può capitare che si vada a concretizzare la volontà di smettere e dedicarsi ad altro, qualcosa di meno impegnativo che non metta a dura prova corpo e mente.
Inizialmente la forte motivazione dell’allievo gli consente di affrontare agevolmente i primi ostacoli. Col passare del tempo però e il calare della motivazione, i successivi imprevisti potrebbero diventare un impedimento insormontabile.

Da questa situazione può nascere così l’esigenza di cercare nuove risorse, per non abbandonare inutilmente un lavoro iniziato bene ma concluso in maniera incompleta.
Ogni situazione, ogni nuova sfida porta l’individuo a cominciare con propositi velleitari (Sport, arte marziale, dieta, risparmi ecc.) fino al sopraggiungere di una qualsiasi variabile che blocca quasi in maniera irrevocabile gli obiettivi prefissati.
Bene, che fare allora?

Per prima cosa bisogna essere coscienti che la nostra mente “gioca in difesa”,  ci protegge dagli sforzi sia fisici che mentali, invitandoci in buona sostanza a stare comodi sul divano senza assumersi troppi rischi. 

Un buon rimedio è quello di fissare (magari scriverli) dei piccoli obiettivi, (tra sei mesi fare sparring con quell’allievo più bravo e forte di me), appuntare e sottolineare i traguardi raggiunti e mantenere un proprio focus sempre attivo. Nel momento di “stanca” il mio quadernetto sarà il vero riferimento a cui attingere, non lasciando alla mente demotivata di proiettare un’idea negativa del mio operato.

Ricordiamoci di coinvolgere il proprio maestro, fargli notare (qualora non l’avesse già fatto) che si sta attraversando un “momento di crisi” (inevitabilmente capita a tutti), provare a modificare alcuni aspetti dell’allenamento e chiedere di essere coinvolti in maniera più dinamica ed incisiva.

In altre parole perseverare, insistere, guardare a nuovi traguardi porta ad oltrepassare i momenti di appiattimento, di quella pigrizia nell’allenarsi che può portare alla fine prematura di un’esperienza nata sotto i migliori auspici.

Tanti, tantissimi partono, ma non tutti arrivano al traguardo con il sorriso e soddisfatti…

 

Shifu Alessandro Balletti

Shifu Alessandro Balletti

IV grado Sup. (Nei Jia) della Wing Chun Basement
Shifu Alessandro Balletti

Latest posts by Shifu Alessandro Balletti (see all)

Commenti

commenti